Stampa

 

23/07/2018

NIENTE PROROGATIO CON IL PARERE CONTRARIO DELL'ASSEMBLEA.

Di Paolo Nasini

Con l’ordinanza n. 12120/18 la Suprema Corte ha rigettato il ricorso proposto da un amministratore di Condominio avverso la sentenza d’appello del Tribunale di Reggio Emilia che, nel riformare a sua volta la pronuncia del Giudice di Pace di Montecchio Emilia, aveva revocato il decreto ingiuntivo emesso su ricorso del citato amministratore. 
In particolare, l’amministratore aveva agito in giudizio per ottenere la condanna del Condominio al pagamento della somma di Euro 1338,12 a titolo di compenso per l’attività dallo stesso asseritamente svolta sino all’11.3.2010. 

 

Accedi per continuare a leggere